Notizie blog

Come scrivere email efficaci: 7 suggerimenti

Email efficaci

È dura: passi del tempo nel creare con cura email di marketing che poi saranno ignorate dalla maggior parte dei destinatari ... eppure, secondo uno studio statunitense una email può generare fino a 44 dollari di ritorno su ciascun dollaro investito.

Ma allora cosa stai facendo di errato? Forse assolutamente niente: i consumatori ricevono in media fino a 100 email giornaliere, di conseguenza, in alcuni casi si tratta semplicemente di un eccesso di carico di email. 

Vediamo insieme, come con alcuni semplici trucchi e suggerimenti, puoi cercare di ottenere una percentuale di clic e di aperture più elevata per le tue campagne di Email di Marketing.

  1. Inizia con un indirizzo email professionale

Potresti non notare nulla di sbagliato nell'usare un indirizzo email di Gmail o Hotmail per la tua azienda, ma prova ad osservalo dal punto di vista del cliente: utilizzando un indirizzo email generico puoi comunicare che non prendi sul serio la tua azienda per investire la piccola somma che potrebbe costare uno specifico indirizzo aziendale.

L'uso di un indirizzo email professionale associato al tuo nome di dominio non solo appare maggiormente professionale, ma aiuta anche i tuoi destinatari a sapere immediatamente da chi stanno ricevendo email. 

Stai lavorando per dare maggiore visibilità a te stesso e più professionale e coerente sei con il nome della tua attività e il tuo sito web, più è facile per le persone riconoscerti.

  1. Utilizzare un nome 'Da' riconoscibile

Puoi presumere che tutti i tuoi clienti sappiano che tu, Gennaro, sei il CEO della tua azienda che spedisci loro le email di marketing e, benché tutto ciò è sicuramente efficace in quanto l'approccio personale è amato dai clienti, potrebbe esserci il rovescio della medaglia, ovvero limitare il numero di persone che aprono le tue email se, non conoscendoti, vedono genericamente un messaggio da "Gennaro”.

Di contro, includi anche il nome della tua azienda. "Gennaro di Comunicazioni & Affini Srl”, questo li aiuta a collegare i punti tra il tuo brand (da chi vogliono ricevere email) e te come il volto dell'azienda.

  1. Rendi ovvio il tuo “Oggetto” della mail

L'email non è il posto per essere criptico, specialmente in quella prima riga contrassegnata “Oggetto:”.

È quella linea singola (da 17-24 caratteri per ottenere i migliori risultati) che fa sì che le persone aprano la tua email o la cancellino. 

Quindi è imperativo che generi subito, in maniera diretta, la motivazione per far aprire l'email “colpendo” l’utente nella riga dell'Oggetto: ecco alcuni esempi:

  • Risparmia il 30% sui jeans da donna!
  • Condividi la tua opinione e ricevi un dono di ringraziamento.
  • Un buono da 10 euro per te per ringraziarti della tua fedeltà.

Nell’Oggetto dovrebbe essere assolutamente ovvio ciò che il destinatario otterrà aprendo la tua email, assolutamente senza utilizzare alcuna “esca”, inoltre usa parole che inducano ad aprire l'e-mail nel più breve tempo possibile.

  1. Attenersi al focus

Certo, potresti voler dire ai tuoi lettori della tua attuale vendita, dei tuoi piani di espansione e condividere una foto del cane della compagnia ma frena l’entusiasmo perché troppi annunci travolgeranno il tuo pubblico. 

Invece, mantieni un “basso profilo” ma che sia interessante e motivante per l’utente: uno o due punti per email sono sufficienti. 

Se hai una promozione in corso, questa è un buon contenuto per una email, ed eventualmente puoi riservare gli annunci aziendali per una email separata o condividerli sui Social Media o sul tuo Blog.

Inoltre mantieni breve, per quanto possibile, il testo della tua email ed eventualmente utilizza immagini significative. Le persone faranno meno fatica a leggere i contenuti ed otterranno subito le buone informazioni anticipate nell’Oggetto.

  1. Trova la tua cadenza

Uno dei motivi principali per cui le persone si cancellano dalle email è che li ricevono troppo spesso: evita di travolgere i tuoi iscritti inviando troppe email ogni mese. 

Potrebbero essere necessari alcuni test per trovare quale cadenza funziona: un brand di vendita al dettaglio potrebbe riscontrare buoni risultati nell'invio di e-mail settimanali, mentre un'azienda B2B potrebbe scoprire che una volta al mese è più che sufficiente.

Monitora le percentuali di apertura e annullamento dell'iscrizione per capire quante volte il tuo pubblico vuole sentirti.

  1. Copia ciò che ti piace

L'imitazione è la più sincera forma di adulazione, vero? 

Passa un po' di tempo a spulciare le email ammucchiate nella tua casella di posta e vedere quali sono in risonanza con te. 

Quali immagini, layout o formulazione catturano la tua attenzione? Quali linee tematiche ti hanno catalizzato l’attenzione e spinto ad aprire le email?

Prendi nota delle cose che funzionano per te e cerca di incorporarne alcune nelle campagne future.

  1. Misura, misura, misura

Puoi leggere tutti i consigli online su come inviare email efficaci, ma la verità è che il tuo pubblico è unico, i tuoi clienti comunicheranno attraverso le loro azioni e tu li dovrai ascoltare se vuoi migliorare la tua strategia di Email Marketing.

Per ciascuna campagna che lanci, guarda quante persone hanno aperto la tua email: una bassa frequenza di apertura potrebbe indicare che la riga dell'oggetto non è interessante o la stai inviando in un orario meno efficace oppure che invii troppe email.

Successivamente, guarda quante persone hanno fatto clic sul link che hai inserito nella email (call to action); se non rilevi tutti i clic che desideri, potrebbe darsi che l'offerta fosse poco accattivante o che il link fosse difficile da trovare. 

Queste sono tutte cose che dovresti modificare nella tua prossima campagna, ma è sufficiente modificare solo una cosa per ciascuna campagna in modo da sapere quale fattore ha portato ad un miglioramento dei risultati.

L'email marketing può essere molto efficace, ma devi impegnarti a garantire che tu stia offrendo ciò che i tuoi clienti desiderano, direttamente nella loro casella di posta.

Non hai mai intrapreso un’azione di mail email Marketing? Lo hai fatto ma i risultati sono stati scoraggianti? Sai come fare ma vuoi migliorare l’engagement? Vorresti essere presente presso i tuoi clienti con campagne periodiche di Email Marketing ma non hai le risorse ed il tempo necessari per poterle fare?

Cosa aspetti, chiama lo Staff dello Studio JooMa, siamo a tua disposizione: contattaci… non pungiamo!

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.