Notizie blog

5 Errori delle PMI che utilizzano Google AdWords

Google adwors

AdWords può essere uno degli strumenti più potenti per ottenere immediatamente l'accesso a migliaia di clienti iper-mirati, ma allo stesso tempo, se non sai cosa stai facendo, può diventare un buco nero che mangia il tuo budget di marketing e ti lascia, per di più, senza la possibilità di essere “visibile”. 

La concorrenza, per raggiungere il successo con AdWords, sta diventando ogni anno più impegnativa poiché sempre più aziende diventano consapevoli del suo potenziale; di contro gli utenti imparano a resistere ai tentativi di esserne coinvolti.

Tuttavia, se sai come implementare una strategia AdWords efficace, non ha importanza quali e quanti concorrenti sono là fuori che cercano di fare la stessa cosa!

Ma come puoi raggiungere il successo utilizzando AdWords?

La maggior parte delle campagne AdWords fallisce perché le aziende continuano a ripetere gli stessi errori più e più volte: di seguito i cinque errori più costosi che le aziende reiterano durante l’uso di AdWords e che impediscono loro di raggiungere un successo a medio-lungo termine.

1 - Non utilizzare keyword a corrispondenza esatta

Google AdWords offre ai propri utenti una varietà di metodi per indirizzare le keyword, molti dei quali sono sicuramente molto utili, ma se sei appena agli inizi, è probabile che ti serva un solo tipo di targeting per i tuoi annunci, chiamato “corrispondenza esatta delle keyword”.

Utilizzando questo metodo, sceglierai solo le keyword esatte che hai inserito, senza variazioni nell'ordine delle parole o frasi non correlate che non sono rilevanti per la tua offerta.

Molte persone che iniziano con AdWords commettono l'errore di impostare i propri annunci con keyword a corrispondenza generica o a corrispondenza di frase, quindi gli annunci vengono mostrati a persone che non sono interessate a ciò che hanno da offrire.

2 – Pretendere una vendita immediata

All'inizio, è naturale sentirsi disorientati nello spendere soldi per ogni clic e molte aziende finiscono per saturare l’attenzione dei potenziali clienti con un’eccessiva invadenza nei messaggi di vendita il che potrebbe causare più danni che benefici.

Benché l’obiettivo finale di qualsiasi campagna sia ovvio (facilitare una vendita), non è detto che il tuo lead sia immediatamente interessato a ciò che hai da offrire. 

Per questa ragione potrebbe essere opportuno acquisire il vantaggio competitivo dell’informazione e formazione sul tuo prodotto invece di provare a venderlo a titolo definitivo. 

Se riesci a raccogliere il l’indirizzo email del lead, puoi informarlo ed istruirlo sul tuo prodotto, mostrare la tua esperienza e guidarlo verso una decisione motivata d'acquisto.

3 - Non conoscere il valore di ogni singolo lead

Una campagna AdWords può diventare piuttosto costosa se non correttamente gestita ed uno dei peggiori errori è quello di non avere un'idea chiara di quanto vale ogni singolo lead.

Sicuramente è ben difficile fare proiezioni se non si dispone di un ampio elenco clienti già preesistente, ma è importante nonché necessario almeno calcolare una stima di quanto ci si possa aspettare, in media, da ciascun lead che viene convertito in cliente. 

Una volta che hai acquisito informazioni più specifiche, puoi calcolare quali sono i dati di conversione necessari per raggiungere il costo medio dell'annuncio e per rendere redditizia la campagna. 

Nel calcolare la stima dei costi, non tralasciare di includere il valore del lifetime del cliente (durata ed obsolescenza dello stesso).

4 - Non eseguire test approfonditi

Come abbiamo visto, AdWords può essere costoso: in effetti stai pagando per ogni persona che fa clic sul tuo sito e quei clic non costano poco, quindi devi assicurarti che ogni parte della tua campagna stia generando i migliori risultati possibili.

È probabile che almeno all'inizio i tuoi annunci non saranno molto redditizi e l'unico modo per ottenere risultati migliori è quello di modificare continuamente gli annunci testando diverse opzioni e vedendo quale funziona meglio.

Quasi tutte le aziende che falliscono con AdWords non hanno buone pratiche di test e spesso fanno esclusivamente affidamento sull'intuizione o sul proprio giudizio. 

L’unico modo per ottenere un vantaggio rispetto ai competitor e ridurre significativamente il costo per lead effettuando continuativamente test per scoprire cosa funziona e cosa no.

Se non sai come impostare e condurre i test e le analisi delle tue campagne pubblicitarie, puoi sempre consultare un'Agenzia di Digital Marketing che può guidarti attraverso l'intero processo.

5 - Spendere troppo

Mai dimenticare che, con AdWords, probabilmente avrai bisogno di tempo per capire le cose e iniziare a vedere grandi risultati. 

Finché non sarai in grado di testare alcuni approcci e constatare cosa sta funzionando, potresti finire per perdere molto denaro su tutti i contatti che acquisisci.

Questo è il motivo per cui dovresti essere molto cauto nell'impostare il budget, almeno all'inizio e, finché non hai un metodo vincente comprovato che genera lead ad un costo accessibile, dovresti investire piccole somme ed eseguire test per provare a migliorare il rendimento dei tuoi annunci.

Anche i fornitori di servizi di gestione di AdWords esperti e professionali non si tuffano immediatamente in una nuova campagna con ampi budget perché sanno che ogni situazione è unica e richiede analisi e test prima di poter formulare ipotesi sulle preferenze del pubblico.

Se anche tu hai focalizzato l’utilità delle campagne AdWords ma desideri avere maggiori informazioni su come incentivare la crescita della tua attività con questo utile strumento, noi dello Studio JooMa siamo a tua disposizione, puoi porci domande o possiamo analizzare insieme una strategia vincente. Chiama il nostro staff, contattaci… non pungiamo!

Categoria:

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.