7 domande per valutare la salute SEO del tuo sito web

Salute SEO del tuo sito web

Una premessa: non esiste un sito web perfetto, sia dal punto di vista SEO sia da nessun altro punto di vista; vogliamo scommettere che anche i "grandi" hanno alcuni scheletri nel loro codice HTML, un refuso nel loro contenuto o alcuni 404 (classico errore di “pagina non trovata”).

Questo non significa che non dovremmo lavorare per avvicinarci il più possibile alla perfezione ed a questo proposito noi dello Studio JooMa abbiamo sempre consigliato di eseguire con regolarità una verifica del contenuto, oltre a numerosi altri controlli.  

Il SEO, in particolare, non è qualcosa che "fissi e dimentichi”, bensì è necessario modificare, aggiungere ed eliminare costantemente e non si deve fare tutto ciò solo per adeguarsi ai normali aggiornamenti degli algoritmi di Google.  

Anche i tuoi concorrenti stanno lavorando costantemente sui loro siti web e non puoi sorprenderti se uno dei tuoi articoli, classificato fino ad ora al terzo posto nei risultati di ricerca, poi scende rovinosamente all’11ma posizione.

Chiaramente desidereresti che ciò non avvenga, vero?

Bene, inizia rispondendo a queste sette domande:

  1. Il mio sito è sicuro?

Avere il suffisso "https" invece di "http" davanti all’indirizzo del tuo sito web non è obbligatorio solo per le aziende che accettano pagamenti on-line, bensì è un fattore di ranking per tutte le piattaforme web.  

  1. Il mio sito web è troppo lento?

Sì, anche la velocità della pagina è un fattore di ranking: cerca di rimanere nei due secondi di caricamento.  

Se una qualsiasi delle tue pagine impiega più di quattro secondi per caricarsi, allora hai un problema reale e devi parlare con il tuo sviluppatore web il più presto possibile, e se non ne hai uno (o non è disponibile), contatta lo Studio JooMa.  

  1. C'è qualche contenuto copiato/duplicato sul mio sito web?

Anche una singola riga di contenuti duplicati può costarti caro, quindi, prima di pensare "… quel titolo è così bello, lo userò per il mio sito web", ricorda che può seriamente danneggiare le tue classifiche.

Lo stesso vale per i contenuti duplicati che vengono copiati dal tuo stesso sito. Lo so, potrebbe sembrare ingiusto, ma pensa: vorresti visitare un sito Web che offre contenuti ridondanti e duplicati?

Google deve avere un modo per assicurarti di non riciclare i contenuti, anziché crearne di nuovi; potresti finire penalizzato anche quando i contenuti duplicati sono giustificatamente i tuoi.

A questo proposito, se si desidera riutilizzare alcuni vecchi contenuti, è possibile semplicemente riciclarli ma in un altro formato, rielaborandoli.  

  1. Con quale frequenza aggiorno i miei contenuti o aggiungo nuovi contenuti?

Se la tua risposta è "ogni due mesi", devi sicuramente impegnarti di più.

Ancora una volta, pensa dal punto di vista di Google che sta cercando di offrire ai propri utenti risultati pertinenti ed attuali; al giorno d'oggi, in ogni settore, le cose cambiano velocemente, il tuo post sul blog potrebbe essere stato rilevante lo scorso anno, ma se non lo aggiorni, sarà sicuramente superato da quelli più attuali.

Puoi aggiornare il tuo post sul blog con statistiche e rapporti più recenti oppure puoi scegliere di affrontare di nuovo lo stesso argomento, da una nuova prospettiva.

In ogni caso, ricorda che tutti i contenuti hanno una "durata di conservazione" limitata, questo vale anche per le pagine del tuo sito web, per cui non c'è cosa più importante come l'aggiornamento dei contenuti.

Ogni volta che lo fai (purché lo faccia bene), hai una possibilità in più di migliorare la tua posizione in classifica.

  1. Il mio sito web è responsive?

Se il tuo sito web non è ancora responsive (ovvero si adatta automaticamente a tutti i display dei dispositivi mobili), devi provvedere velocemente.

Non avendo la funzione responsive, potresti perdere più del 60% dei tuoi utenti, fermo restando che Google esclude i siti web non responsive dalle ricerche effettuate sui dispositivi mobili.

Non c'è nulla di eccessivamente complicato nell'avere un sito web responsive: se non altre alternative, contatta lo Studio JooMa, possiamo darti consigli e provvedere a riguardo.

  1. I miei contenuti sono rilevanti?

Avere tonnellate di contenuti, frequentemente aggiornati non è sufficiente.

I tuoi contenuti devono essere soprattutto pertinenti: parla al tuo pubblico, aiuta il tuo pubblico a risolvere i problemi, i tuoi contenuti sono sviluppati su misura per il tuo utente medio?

Perché tutto ciò è fondamentale per il SEO?

Semplice: se i tuoi contenuti sono redatti per i motori di ricerca, l’utente rimbalzerà più velocemente sul tuo sito web generando il famoso "traffico organico" e quando la frequenza di rimbalzo sarà alta, anche la posizione in classifica ne otterrà benefici e verrà migliorata.

  1. Il mio contenuto è ottimizzato accuratamente?

Sono sicuro che ti stai chiedendo cosa significhi accuratamente ottimizzato.

Si tratta di avere tutte le cose giuste nei posti giusti:

  • ricerca delle parole chiave corretta;
  • presenza di parole chiave nei tag titolo;
  • presenza parole chiave nei sottotitoli;
  • elenchi, immagini, citazioni e riferimenti appropriati in ogni parte del contenuto;
  • link in entrata ed in uscita;
  • immagini, video e altri elementi visivi;
  • ottima leggibilità e pertinenza dei contenuti.

È molto? Può essere, ma è il giusto mix per elevare il tuo ranking.

Conclusioni

Un self-audit, che si tratti di SEO, marketing o finanza, non è mai piacevole perché, con regolarità, è destinato a scoprire alcuni errori, ma è necessario, è ciò di cui hai bisogno per andare avanti, creare contenuti migliori e posizionarti più in alto in classifica, dopotutto, se fai quello che hai sempre fatto, perché dovresti aspettarti risultati diversi?

Come sempre noi dello Studio JooMa siamo a tua disposizione per i tuoi dubbi e per darti una mano, prendi contatto con i nostri esperti… non pungono!

Categoria:

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.