10 consigli per migliorare le performance di engagement su Facebook

Migliorare engagement Facebook

Se stai lavorando con l’Internet Marketing da un po' di tempo, hai sicuramente constatato la potenza e l'impatto che i canali Social Media possono avere sulle attuali attività online.

Di sicuro il SEO ed il Content Marketing costituiscono due importanti concetti per la generazione del traffico, ma sono completamente interconnessi con il Marketing dei Social Media e, tra i vari, Facebook è sicuramente la piattaforma predominante, almeno per ora, ed è quella che possiede più utenti attivi rispetto a qualsiasi altro network di Social Media.

Se hai già familiarità con Facebook, probabilmente già sai quanto traffico organico, gratuito e mirato può fornire se gestito correttamente.

Come sottolinea Mark Harvard, Marketing Manager di ResumesPlanet:  

"Pubblicare nuovi post su Facebook è un'azione di base che può essere intrapresa, gratuitamente, con lo scopo di attirare l'attenzione di potenziali clienti. Lo scopo principale è quello di realizzare vendite (profitti) e migliorare la consapevolezza generale del brand nonché la sua reputazione (ovvero sempre “profitti”)."

In poche parole, chiunque può pubblicare contenuti su Facebook, ma pochissime pagine riescono a raggiungere gli obiettivi desiderati: se un post non ha “like”, commenti o condivisioni, può sembrare che manchi di valore e la conseguenza è che i lettori lo salteranno immediatamente.

Vediamo ora come cercare di migliorare la performance di engagement dei tuoi post su Facebook: ecco dieci suggerimenti utili su cui focalizzare l’attenzione, da implementare nel lavoro giornaliero  

Conoscere il più possibile i destinatari

La prima e più importante regola, prima di pubblicare su Facebook, è conoscere abbastanza bene il target di destinazione, prima ancora di spendere tempo, concentrazione, energia e denaro per sviluppare contenuti di alta qualità.

Rifletti sul fatto che la qualità dei contenuti diventa alta nel momento in cui attrae la persona che la sta leggendo.

Post di Facebook ben mirati, non solo coinvolgono il potenziale cliente, ma lo ispirano, lo motivano e lo aiutano nel risolvere i vari fabbisogni, problemi ed incomprensioni.  

Più conosci il tuo pubblico, più mirato sarà il tuo marketing su Facebook e più traffico e ricavi potrà generare la tua attività.

Appello alle Emozioni dei follower

Ogni singolo essere umano è emotivo.

I grandi marketer di Facebook, per migliorare l'efficacia dei loro post, investono il tempo necessario per:

  1. Interpretare i bisogni dei follower, testandoli costantemente e chiedendo loro feedback.
  2. Trovare il modo di stimolare le loro emozioni, cercando di capire in che modo il follower pensa, si comporta e reagisce. Indipendentemente dall’obiettivo che ti proponi, è possibile sempre veicolare i tuoi follower attraverso le emozioni, così come per la maggior parte degli individui. Scegli emozioni forti come curiosità, paura, rabbia, amore, ispirazione, ecc.
  3. Fare le domande giuste: un modo corretto per coinvolgere il tuo pubblico è quello di porre le domande giuste. Quando le persone rilevano una domanda, la loro mente non può fare a meno di cercare la risposta, forse non con la loro mente “cosciente” ma con il subconscio che farà sempre il suo lavoro senza essere interrogato o comandato. Un modo semplice consiste nel sottoporre da 10 a 20 domande in modalità brainstorming sugli argomenti più interessanti e stimolanti per il target. Indirizza le domande ed aggiungi un elemento visivo significativo che non distragga troppo.  
  4. Non dimenticare di gestire correttamente i CTA (Call To Action): risulta che l’utente medio di Internet manchi totalmente di proattività, ecco perché non devi mai presumere che i tuoi follower intraprenderanno immediatamente l'azione che desideri dopo aver terminato di leggere il contenuto del tuo post. Per migliorare il coinvolgimento, devi specificamente indirizzarli su cosa fare, cosa cliccare, cosa comprare e così via. Utilizza in maniera corretta i calls-to-action ed il tuo impegno su Facebook raccoglierà sicuramente migliori risultati.
  5. Pubblicare solo contenuto pertinente, utile e prezioso: la chiave del successo sia per il Content Marketing che per i Social Media è pubblicare esclusivamente contenuti che siano estremamente rilevanti ed utili per il tuo specifico target di riferimento. Semplice no?
  6. Studiare la concorrenza: con che frequenza prendi il tempo per sederti ad osservare la tua concorrenza? I grandi marchi hanno interi team dedicati a questo compito ed in questa maniera riescono a mantenersi aggiornati sugli attuali cambiamenti del mercato nonché controllano il posizionamento del proprio brand sul mercato.  

Trova i tuoi 5 maggiori concorrenti diretti e valuta le azioni, le decisioni ed i cambiamenti che stanno portando avanti. Guarda tutti i post dei tuoi concorrenti ed "analizzali" prestando attenzione ai seguenti aspetti:

  • lo scopo del loro post: informazione, generazione lead, vendite, conoscenza del brand, ecc.
  • la fonte e la lunghezza del loro post: hanno curato le informazioni? Le hanno scritte da soli? Quanto tempo si impiega a leggerli?  
  • come presentano la loro proposta di offerta? In maniera invasiva? In maniera “soft”?

Segui tutti gli indizi che riesci ad ottenere ed utilizzali per creare il tuo percorso, quindi Inizia a pubblicare i tuoi post in un modo originale, i follower ti apprezzeranno per questo!

  1. Trovare il momento giusto per pubblicare i post: il tuo pubblico ha il suo "orario ideale" di attività online. Se sono professionisti di alto livello, è probabile che non saranno online durante determinate ore del giorno, pertanto, possono accedere la sera e perdere l'aggiornamento che hai pubblicato durante la mattinata. Ecco perché è importante capire le ore in cui pubblicare i tuoi contenuti. Puoi provare a scoprirlo pubblicando gli annunci in orari diversi per poi verificare quali hanno ottenuto il rendimento migliore.
  2. Analizzare coerentemente le prestazioni dei tuoi post: analizzando la tua attività di marketing su Facebook, ed in particolare le prestazioni dei tuoi post, troverai innumerevoli indizi e feedback su ciò che piace o non piace alle persone. Potrai verificare quali sono le ore migliori per pubblicare e scoprirai ciò che non dovresti più pubblicare. Nel momento in cui riesci ad identificare dei cambiamenti positivi di ottimizzazione, implementali e osserva i risultati.

Se hai focalizzato bene quanto detto, sei pronto anche per ottimizzare ciò che stai facendo. Sul Web ci sono molti strumenti di analisi, anche gratuiti, quindi non c'è niente che possa impedirti di prestare attenzione alle statistiche importanti!

  1. Misurare, trovare modelli, ottimizzare e infine “scalare”: ultimo ma non meno importante, dovrai organizzare le tue campagne di marketing su Facebook dando loro continuità. Analizza e misura le prestazioni dei tuoi contenuti, cerca schemi significativi che possano dirti se lo stai facendo nel modo giusto o sbagliato.

Quando riesci ad identificare un rendimento migliore in una campagna specifica, dovresti sempre analizzare cosa c’è stato di “diverso” che ti ha portato ad un risultato positivo, per poi replicare il tuo “modus operandi” nelle operazioni future.

Conclusioni

La vera esperienza nel marketing di Facebook si ottiene con i risultati del processo “trial-n-error” che tutti gli esseri umani vivono costantemente nella loro vita: sbagli, cadi, ti rialzi, ci riprovi, sbagli di nuovo, ti rialzi di nuovo, ed infine, se sei coerente, costante e “tosto”, diventerai un campione. Tutto ciò si chiama “esperienza”!

Se poi hai bisogno di una mano, di un suggerimento o se vuoi affidare il tuo Digital Marketing a mani esperte, puoi chiamare noi dello Studio JooMa: contattaci… non pungiamo!

Categoria:

JooMa utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.